+39 328 8286817
Via Jussi, 85. San Lazzaro di Savena (BO)

Il Biologo Nutrizionista

Chi è e cosa fa

  • Elabora autonomamente profili nutrizionali al fine di proporre alla persona che ne faccia richiesta un miglioramento del proprio “benessere”, quale orientamento nutrizionale finalizzato al miglioramento dello stato di salute. In tale ambito può suggerire o consigliare integratori alimentari, stabilendone o indicandone anche le modalità di assunzione.
  • Determina diete ottimali per mense aziendali, collettività, gruppi sportivi, etc. in relazione alla loro composizione ed alle caratteristiche dei soggetti.
  • Determina diete speciali per particolari e accertate condizioni patologiche in ospedali, nosocomi, ecc.
  • Consiglia integratori alimentari qualora la dieta non sia sufficiente a soddisfare i bisogni energetici nutritivi.

Il biologo nutrizionista può svolgere la professione in totale autonomia.

Il biologo nutrizionista per legge deve essere abilitato alla professione da un Esame di Stato, deve essere iscritto all’Ordine Nazionale dei Biologi e deve rispettare un codice deontologico professionale. Le fatture fiscali emesse da un biologo nutrizionista sono scaricabili ai fini fiscali in quanto rientrano nelle attività sanitarie.

Fonte: Vademecum della professione di Biologo Nutrizionista dell’Ordine Nazionale dei Biologi (2012) – Legge istitutiva 24 maggio 1967 n.396

Che differenza c'è tra il biologo nutrizionista e il dietista?

Il Biologo in possesso di laurea di cinque anni iscritto nella Sez. A dell’Ordine Nazionale dei Biologi può svolgere la professione di Biologo nutrizionista in totale autonomia e firmare diete e consulenze nutrizionali.

Il Dietista è un professionista sanitario in possesso di laurea triennale (facoltà di medicina) che organizza e coordina le attività specifiche relative all’alimentazione in generale e alla dietetica in particolare; collabora con gli organi preposti alla tutela dell’aspetto igienico-sanitario del servizio di alimentazione; elabora, formula ed attua le diete prescritte dal medico e ne controlla l’accettabilità da parte del paziente; collabora con altre figure al trattamento multidisciplinare dei disturbi del comportamento alimentare.

Fonte: DM 2/4/01 MIUR – Suppl. Ord. alla G.U. n.128 del 5/6/2001, all.3, classe 3

E invece chi è il dietologo?

Il dietologo è un medico che ha conseguito la laurea in medicina e chirurgia e successivamente la specialità in scienze dell’alimentazione. Un medico dietologo ha la responsabilità clinica dei propri pazienti: a lui compete la diagnosi, la prescrizione di esami ed eventualmente di farmaci oltre a quella di prescrivere un piano alimentare.

E allora chi scegliere ?

Alcuni consigli:

Nella scelta del professionista a cui rivolgersi per elaborare un piano nutrizionale la cosa più saggia da valutare è la professionalità, l’esperienza, il metodo di lavoro che viene usato, ma anche il grado di sintonia e empatia che il professionista è in grado di instaurare con i pazienti e la sua abilità nel motivarvi nell’intraprendere un percorso di educazione alimentare.

L’alimentazione e lo stile di vita che vi verranno consigliati dovranno essere mirati a mantenere o ripristinare il vostro stato di salute. Pertanto non affidatevi a chi non ha le competenze adeguate per un compito così importante.

Fate attenzione in quanto personal trainer, coach del benessere, estetiste, farmacisti, psicologi e naturopati non sono abilitati, non hanno le competenze e non possono prescrivere diete e piani alimentari secondo la legge italiana.

Sei interessato ad iniziare un percorso con un Biologo Nutrizionista?
Scopri meglio quello che posso fare per te